100 / / / /



/ 100 / / / / /

   ʸ
ʸ (e)


: |
Io son pur vezzosetta pastorella
che le guance ho di rose e gelsomini,
e questa fronte e questi aurati crini
mi fanno altrui parer Driada novella.
Di Flora non vi è qui nobil donzella
o...
Io son pur vezzosetta pastorella
che le guance ho di rose e gelsomini,
e questa fronte e questi aurati crini
mi fanno altrui parer Driada novella.
Di Flora non vi è qui nobil donzella
o schiera di pomposi cittadini
che, quando lor mincontro e faccio inchini,
il titol non mi dian de la più bella.
E se il giorno di festa io vado al ballo,
mi porta ogni pastor, perchio linviti,
specchi, fior, frutti o vezzi di corallo.
E non saranno a te punto graditi,
caro Lidio, i miei sguardi? E sempre in fallo
ti pregherò, crudel, che tu maiti?


7-   (1619):  5 `Io son pur vezzosetta `, SV121 ()
Elena Cecchi Fedi - soprano. - 5-9 1996 ., .
: Osobnyak , 27.07.2016 20:44             
 
     

classic-online@bk.ru