, `Quarto scherzo delle ariose vaghezze` (1624)

Ohimé ch`io cado, ohimé
ch`inciampo ancor il piè
Pur come pria,
E la...
, `Quarto scherzo delle ariose vaghezze` (1624)

Ohimé ch`io cado, ohimé
ch`inciampo ancor il piè
Pur come pria,
E la sfiorita mia
Caduta speme
Pur di novo rigar
Con fresco lagrimar
Hor mi conviene.

Lasso, del vecchio ardor
Conosco l`orme ancor
Dentro nel petto;
Ch`ha rotto il vago aspetto
E i guardi amati
Lo smalto adamantin
Ond`armaro il meschin
Pensier gelati.


   2006.
         (1)  


alexa_minsk (14.10.2023 13:49)
, .
!!!